Collaudi Statici Dinamici Infrastrutture

Collaudi statici dinamici infrastrutture

Siamo in possesso di terne geofoniche e accelerometriche per calcolare i moti vibrazionali fondamentali di un singolo edificio o una struttura su più piani in modalità sincrona.
La tecnica si fonda sul concetto di microtremore sismico, ovvero un segnale “bianco” con basse ampiezze di oscillazione, che deriva principalmente da moti oceanici, antropici, atmosferici e sismici e che “energizza” terreni e strutture rendendoli di fatto sistemi in vibrazione continua. Lo studio dei rapporti delle componenti orizzontali e verticali del moto (rapporto H/V), registrata simultaneamente dalle stazioni sismiche, consente di individuare i moti fondamentali di vibrare delle strutture, e, grazie all’analisi congiunta con il terreno di fondazione, permette di determinare il fenomeno di doppia risonanza, molto rischioso in caso di sisma.